66

Oggi cerco di presentarvi i metodi di rappresentazione digitale dell’informazione che l’informatica vuole, si prefigge e cerca di elaborare.

Innanzitutto definiamo un numero come un concetto astratto utilizzato per descrivere una quantità. È importante non confondere numero e la rappresentazione di un numero, basata sul fatto che ogni numero corrisponde ad una configurazione univoca di simboli (cifre) usate per quella specifica rappresentazione.

La rappresentazione DECIMALE (numerazione in base 10), è una rappresentazione secondo cui i numeri vengono composti usando dieci simboli (detti cifre), è il sistema di numerazione che utilizza ognuno di noi normalmente ogni giorno, semplicemente per contare e segnare quante arance comprare al supermercato. Il computer invece, e in particolare la memoria contiene sequenze di bit formate da 0 e 1, utilizza una rappresentazione BINARIA (numerazione in base 2).

Entrambe le rappresentazioni sono notazioni posizionali, in parole semplici ogni cifra specifica una quantità diversa a seconda della sua posizione. Il numero 197 (1 centinaia, 9 decine e 7 unità) è diverso da 917!

———————————–

Esistono degli algoritmi (abbastanza semplici) per convertire un numero rappresentato in una base nel corrispondente numero rappresentato in una qualsiasi altra base.

Moltiplico ogni cifra per la sua posizione, la prima posizione da destra è 0!!
Leggiamo ora i valori dei resti.
Il primo resto corrisponde all’ultimo bit, così via fino
l’ultimo resto che corrisponde al primo bit

nel secondo esempio otteniamo quindi che 1310 = 11012 a parole il numero 13 in rappresentazione decimale corrisponde al 1101 in rappresentazione binaria.

———————————–

In informatica ad ogni carattere (lettere e altri simboli che sono parte di un testo, come i segni di punteggiatura, lo spazio, etc) è possibile associare un numero in rappresentazione binaria. Si sono sviluppate varie codifiche:

  • ASCII: rappresentazione a 7 bit
  • ASCII esteso: rappresentazione a 8 bit, comprende tutti i simboli (caratteri) di tutte le lingue.
  • Unicode: rappresentazione a 32bit, comprende tutte le lingue del mondo e anche i simboli matematici, chimici, etc.
esempio di tabella ascii

Importante ricordare che lo spazio necessario per memorizzare le varie informazioni, come il testo di questo articolo, dipende dalla codifica utilizzata.

Spero che abbiate trovato interessante l’articolo di oggi e soprattutto che non sia risultato di difficile comprensione.